Porto di Monfalcone, dal ministero via libera ai lavori per aumentare la profondità del canale

MONFALCONE - E’ stato firmato ieri a Roma il decreto interministeriale che consentirà di procedere con i lavori per l’escavo del canale di accesso al Porto di Monfalcone. Il decreto fa seguito al recente via libera all’opera da parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.
Il Ministero dell’Ambiente ha confermato la possibilità di approfondimento del canale di accesso e del bacino di evoluzione del Porto a 12,50 metri, con il dragaggio di 885mila metri cubi di materiale da depositare in una cassa di colmata. La profondità attuale degli specchi acquei è di circa 11,50 metri, insufficiente a soddisfare totalmente le esigenze commerciali dello scalo.
La proposta dell’opera era stata avanzata negli anni scorsi dall’Azienda Speciale per il Porto di Monfalcone della Camera di Commercio di Gorizia. L’intervento sarà determinante per un migliore utilizzo e quindi per il rilancio del Porto grazie alla possibilità di accesso per navi di maggiori dimensioni.